FORUM PER UTENTI MILLEWIN
Attenzione !
Per intervenire sul forum è necessario essere registrati e connessi.

L'Amministratore

****************************************************
“Se tu hai una mela ed io ho una mela, e ce la scambiamo, alla fine tu ed io avremo sempre una mela ciascuno.
Ma se tu hai un’idea ed io ho un’idea, e ce la scambiamo, allora avremo entrambi due idee”.

George Bernard Shaw
****************************************************

Legge Balduzzi

Andare in basso

Legge Balduzzi

Messaggio  drtulino il Gio 1 Nov 2012 - 10:36

Sebbene possa sembrare improprio parlare di queste cose in questo Forum, mi piacerebbe aprire una discussione serena, fuori da toni di guerra fratricida, e cercare di sviscerare, ove possibile, i vari passaggi della legge in questione. Ammetto che ancora non ho letto la legge, ma mi propongo di farlo tra oggi e domani, ma un primo dubbio di carattere generale mi viene riguardo ai dati sensibili nei Nostri pazienti, che una volta affidati a Noi verrebbero messi alla mercè di tutti (ovviamente coloro che sono collegati alla suddetta rete).
Buona Festa di Tutti i Santi.

_________________
Renato Tulino
MMG Monte Argentario (GR)
Facebook Millewin: https://www.facebook.com/groups/utentimillewin/
Twitter: @RenatoTulino
drtulino
drtulino
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 1833
Punti : 5157
Voti per importanza dei messaggi : 91
Data d'iscrizione : 20.02.11
Età : 55
Località : Monte Argentario (GR)

Visualizza il profilo https://www.facebook.com/groups/utentimillewin/

Torna in alto Andare in basso

Re: Legge Balduzzi

Messaggio  drtulino il Gio 1 Nov 2012 - 10:57

In prima battura mi piace riportare l'impressione del Sen. Ignazio Marino (che non è della parte politica per la quale ho votato) tratta dal Fatto Quotidiano online di oggi e che ci dice già qualche cosa.
IGNAZIO MARINO NON VOTA LA FIDUCIA - Molto critico con la riforma il senatore del Partito Democratico Ignazio Marino, che oggi al Senato non ha votato la fiducia al decreto di riforma della sanità: “Non posso votare una riforma della sanità a costo zero. Una riforma in cui si garantisce per legge ai cittadini ciò che non si può mantenere: questo decreto infatti non stanzia un euro per l’apertura di ambulatori medici 24 ore al giorno 365 giorni all’anno, rendendo fin dall’inizio questa auspicabile innovazione lettera morta. La Toscana – evidenzia Marino – ha 40 strutture di questo tipo che non coprono nemmeno tutto il territorio e investe 16 milioni di euro all’anno per sostenere questo sistema. Il ministero della Salute dovrebbe spiegarci come potrà realizzare tutto questo senza un euro in più, mentre la legge di stabilità prevede almeno un miliardo di euro di ulteriori tagli al Fondo Sanitario Nazionale, che si aggiungono ai 21 miliardi già sottratti in questi ultimi anni”.

_________________
Renato Tulino
MMG Monte Argentario (GR)
Facebook Millewin: https://www.facebook.com/groups/utentimillewin/
Twitter: @RenatoTulino
drtulino
drtulino
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 1833
Punti : 5157
Voti per importanza dei messaggi : 91
Data d'iscrizione : 20.02.11
Età : 55
Località : Monte Argentario (GR)

Visualizza il profilo https://www.facebook.com/groups/utentimillewin/

Torna in alto Andare in basso

Re: Legge Balduzzi

Messaggio  maxone il Ven 2 Nov 2012 - 16:53

“Il decreto modifica i principi sulla base dei quali vengono stipulate le convenzioni nazionali. Però la legge contiene anche una temporizzazione di questi accordi che devono essere chiusi in 6 mesi.
Subito dopo potrà essere finalmente modificata l'organizzazione della continuità dell'assistenza”. Come? “Mentre oggi i medici di continuità assistenziale lavorano separati rispetto ai medici di assistenza primaria, con la nuova norma si creerà una squadra integrata, per cui l'assistito, quando si rivolge a un dottore di continuità assistenziale, riceverà le cure da un professionista che conosce tutta la sua storia clinica e che collabora con il suo medico di famiglia. Il quale, però, resterà centrale nel rapporto con il paziente, solo che sarà affiancato da altri medici pronti a offrire al paziente quei servizi non necessariamente legati alla presenza del proprio medico. A cominciare dalla continuità dell'assistenza per le notti, per i giorni festivi, fino a quella che riguarda le malattie croniche che potranno essere seguite da specialisti. Soprattutto, con il lavoro di squadra, sarà possibile mettere in atto quella medicina d'iniziativa che è una sfida fondamentale per i pazienti”


Questo è quanto affermato da Milillo dopo l'apporvazione del decreto!!!!!! Ma da quel pò che traspare dal decreto (ma anche io non l'ho letto integralmente) le cose non stanno proprio così, anzi.....!!!!! Innanzitutto (vedi mio post su aspetti burocratici "A proposito di H24") mi chiedo chi MMG aveva la necessità prioritaria di una riforma in tal senso piuttosto che una semplice deburocratizzazione del nostro lavoro ed una maggiore incisività sull'aspetto professionale piuttosto che quello puramente di "presenza"! Bene la ricetta elettronica, bene le prenotazioni e i contatti tramite pc con gli specialisti e gli ospedalieri, bene una maggiore armonia con la guardia medica etc, ma nel decreto si parla di tutt'altro! E sorgono una serie di problemi da quelli pratico-organizzativi soggettivi (turni con Colleghi in accordo con i singoli orari dei vari ambulatori nostri, visite domiciliari durante il turno, tutela della privacy dei nostri dati, incentivi regionali, allineamento comportamentale dei vari Colleghi etc) a quelli oggettivi (strutture idonee, presenza delle varie figure professionali incompatibili con un costo zero, adeguamento dei nostri orari di studio con il nuovo regolamento, etc). A me sembra una cosa improponibile a meno di una profonda ristrutturazione di tutta l'assistenza della medicina di base. Continuo a chiedermi come faremo senza una Struttura idonea a svolgere il nostro lavoro in modo da "sfollare" i P.S., non siamo mai stati medici di medicina d'urgenza e avremmo tutte le grane (anche legali) di una tale qualifica e non i vantaggi (struttura alle spalle, recuperi lavorativi dopo turni di notte, etc), come faremo ad evitare che i pz si rivolgano a noi alle 24 per una semplice prescrizione, come faremo a farci sostituire, anche solo per un giorno, avendo dei turni ed orari flessibili e non più prestabiliti su cui fare affidamento, come faremo a fare le visite domiciliari urgenti ad un nostro paziente che finora si rivolgeva alla guardia medica se dovremo essere in una struttura, come faremo a mantenere i nostri massimali se il rapporto medico-paziente viene frammentato, come faremo ad armonizzare le prescrizioni di tutti i Colleghi senza continue variazioni individuali, come faremo a conciliare quello che è sempre stato il nostro lavoro e che presumibilmente dovrà continuare ad esistere per la nostra sopravvivenza come categoria e in più svolgerne un altro (a costo zero) parimenti impegnativo senza un'organizzazione quale quella ospedaliera o pubblica. E di quesiti ne sorgono sempre di più pensandoci! MA COME FAREMO?

maxone
Nuovo Membro
Nuovo Membro

Messaggi : 12
Punti : 2573
Voti per importanza dei messaggi : 10
Data d'iscrizione : 02.04.12

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Legge Balduzzi

Messaggio  Admin il Ven 2 Nov 2012 - 17:07

Non so in che mondo vive Milillo nè chi rappresenti, ma temo che con la sua accondiscendenza finirà per metterci ancora una volta nei guai.

Condivido in pieno tutte le perplessità espresse sin qui, e non sono nemmeno complete. Vedremo cosa succederà al tavolo delle regioni per il rinovo del contratto.


Ultima modifica di Admin il Dom 4 Nov 2012 - 16:15, modificato 1 volta

_________________
L'Amministratore
Giuseppe Blasio
Admin
Admin
Admin
Admin

Messaggi : 525
Punti : 3608
Voti per importanza dei messaggi : 85
Data d'iscrizione : 20.02.11
Località : CASERTA

Visualizza il profilo http://utentimillewin.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Re: Legge Balduzzi

Messaggio  anpic il Sab 3 Nov 2012 - 23:44

Tutta questa manovra ha tutta l'aria della semplice manovra demagogica. Smantellerà l'unica parte della sanità pubblica che ancora fa argine all'aumento di spesa. Ci creerà condizioni di lavoro impossibili (concordo in tutto per quanto riguarda quanto sopra detto). Toglierà molto ai pazienti, che lungi dall'avvalersi di una migliore assistenza (se si esclude chi vuole la ricetta alle undici di sera, cosa che spero tutti rifiuteranno), perderanno l'unica figura che conosce in toto il paziente e spesso gli evita grossi guai (vedi sovrapposizioni di terapie date da sanitari diversi senza mai tener conto di tutta la storia del paziente). E quando anche i pazienti si accorgeranno di tutto ciò, sarà troppo tardi.
L'unica cosa peggiore di questa, che ci potrà capitare, sarà che ci verrà chiesto di proseguire in toto la nostra attuale attività, aggiungendo quanto i politici (e i sindacalisti) si stanno "vendendo".

Preoccupato
Anpic

anpic
Membro Junior
Membro Junior

Messaggi : 198
Punti : 3209
Voti per importanza dei messaggi : 4
Data d'iscrizione : 23.02.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

legge balduzzi

Messaggio  riccardo il Dom 4 Nov 2012 - 13:07

Concordo pienamente con le vostre osservazioni, compreso il fatto che chi ci rappresenta a livello sindacale sembra non aver cognizione del nostro lavoro quotidiano.

Personalmente con 1500 assistiti e lavorando in medicina di gruppo lavoro circa 12 ore al giorno come la gran parte di voi e fisicamente non riuscirei a sopportare un ulteriore aggravio del monte ore... (se non rischiando enormemente di commettere errori gravi dovuti alla stanchezza).
In effetti chi ci sostituisce i giorni seguenti ai turni notturni o di festivita? I colleghi di altri gruppi che non conoscono nulla dei nostri assisititi, anche se dovessimo condividere i dati in rete? Un conto sarebbe un accesso saltuario da parte della continuita assistenziale o dei pronti soccorso per avere un quadro completo del pz anche in nostra assenza, un conto una continua accessibilità e quindi modificabiliàa di tutte le scelte terapeutiche e diagnostiche che abbiamo deciso in accordo con il paziente. Questo punto come avete gia evidenziato è importante anche se abbiamo totale fiducia dei colleghi associati o eventualmente della continuita assistenziale. A mio modesto avviso se fossimo costretti la soluzione piu' semplice sarebbe di integrare nelle medicine di gruppo o nelle aft i giovani colleghi attualmete impiegati nelle continuita' assistenziale e che magari abbiamo avuto la possibilita di conoscerli personalmente e che possano effetuare la assistenza H24 solo per gli assititi di ciascun gruppo.
Ho sondato il parere di questi colleghi in questi giorni, e la loro risposta giustamente è stata una richiesta giusta ed esplicita di quale sarebbe il loro compenso e quali strutture dovremmo mettere a loro disposizione (strutture informatiche, alloggi, ambulatori ecc)
Invito anch'io tutti i colleghi a mantere viva questa discussione.

Riccardo

riccardo
Nuovo Membro
Nuovo Membro

Messaggi : 96
Punti : 3064
Voti per importanza dei messaggi : 11
Data d'iscrizione : 12.05.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Legge Balduzzi

Messaggio  draleo83 il Dom 4 Nov 2012 - 19:26

Francamente oltre ad essere preoccupato come medico, lo sono ancor di più come cittadino: Il mettere in rete il cosidetto fascicolo elettronico(che presumo comprenderà -oltre ai dati di base- anche le patologie e le terapie del paz) rappesenta una vera barbarie. La prima cosa che farò, naturalmente, sarà quella di azzerare la mia cartella clinica e quella dei miei familiari e delle persone a me care. Non che abbia qualcosa da nascondere o di cui vergognarmi, ma non sopporto l'idea che medici, infermieri , personale amministrativo di tutta la mia ASL (o addirittura dell'intera regione che quindi saranno qualche centinaio)possano avere accesso ai miei dati sanitari. Naturalmente diranno che gli accessi saranno protetti, controllati e riservati; ma sono solo BALLE : la realtà è che sicuramente,qualcuno di questi, potrà trovare il modo -se vuole- di vedere la mia cartella.

E , quando tra qualche anno, sarò diventato un privato cittadino, in caso di necessità non mi rivolgerò sicuramente dal mio futuro MG, sapendo che metterà in rete tutte le mie questioni (anzi probabilmente neanche ne sceglierò uno): preferirò un medico privato, anche se a pagamento, ma con la consapevolezza che lui sarà un VERO medico e manterà il segreto professionale sui miei problemi.

E poichè, credo,saranno in molti a pensarla come me (almeno quelli che se lo possono permettere), si avrà un servizio pubblico screditato, con liste d'attesa lunghissime,nonostante si paghino ticket abbastanza elevati, con polambulatori affollati, con un Medico di MG che non potrà prescrivere farmaci Brand,che sarà visto come un delatore e che sarà solo un bibliotecario ossessionato dalla registrazione dei dati sul PC (perchè su questi sarà valutato).

Ma, in fondo, non tutto il male viene per nuocere: questa situazione mi potrà permettere di continuare un minimo di attività professionale anche da pensionato: credo infatti che molti non gradiranno la nuova organizzazione e almeno un 20-30% dei miei attuali paz preferirà continuare a venire da me ( anche se dovrà pagare le prestazioni), sia perchè continueranno a stimarmi - forse più di prima- ma anche perchè avra la garanzia di una totale riservatezza

draleo
draleo83
draleo83
Membro Junior
Membro Junior

Messaggi : 217
Punti : 3228
Voti per importanza dei messaggi : 24
Data d'iscrizione : 21.02.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Legge Balduzzi

Messaggio  Dott.Hiram il Dom 4 Nov 2012 - 19:34

Giuste preoccupazioni e giusti rilievi.
Non farti però troppe illusioni su una futura attività libero professionale con i tuoi pazienti.
Penso che la percentuale di eventuali pazienti tu la possa valutare forse in un 5%.
Dott.Hiram
Dott.Hiram
Membro Senior
Membro Senior

Messaggi : 646
Punti : 3795
Voti per importanza dei messaggi : 15
Data d'iscrizione : 21.02.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Legge Balduzzi

Messaggio  drtulino il Mar 13 Nov 2012 - 16:55

Qua è possibile dare un'occhiata completa alla Legge con le modificazioni apportate in sede di conversione.

_________________
Renato Tulino
MMG Monte Argentario (GR)
Facebook Millewin: https://www.facebook.com/groups/utentimillewin/
Twitter: @RenatoTulino
drtulino
drtulino
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 1833
Punti : 5157
Voti per importanza dei messaggi : 91
Data d'iscrizione : 20.02.11
Età : 55
Località : Monte Argentario (GR)

Visualizza il profilo https://www.facebook.com/groups/utentimillewin/

Torna in alto Andare in basso

Re: Legge Balduzzi

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum