FORUM PER UTENTI MILLEWIN
Attenzione !
Per intervenire sul forum è necessario essere registrati e connessi.

L'Amministratore

****************************************************
“Se tu hai una mela ed io ho una mela, e ce la scambiamo, alla fine tu ed io avremo sempre una mela ciascuno.
Ma se tu hai un’idea ed io ho un’idea, e ce la scambiamo, allora avremo entrambi due idee”.

George Bernard Shaw
****************************************************

esenzioni e ricetta dematerializzata in Toscana

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

esenzioni e ricetta dematerializzata in Toscana

Messaggio  fabgrig1 il Ven 8 Mag 2015 - 21:54

Mi rivolgo in particolare ai colleghi Toscani.
Da circa un mese faccio la ricetta dematerializzata e tutto sta funzionando bene ,se non fosse per i farmacisti.
Io sono collegato alla regione che mi fornisce e mi aggiorna in automatico le esenzioni del paziente e pur ,avento fatto l'aggionamento per prolungare le esenzioni isee,rilasciato dalla mille,puo'capitare di trovare un'esenzione errata o scaduta o diversa dalla fascia dichiarata dal paziente .Io non mi preoccupo di questo sono cavoli suoi ,ma purtroppo mi viene rispedito indietro dal farmacista ,con il dire di annullare la ricetta dematerializzata e farla rossa ,perche' la dematerializzata non si puo' modificare mentre la rossa puo' essere firmata dal paziente  e quindi accettata dal farmacista.
Ora ,a parte vanificare in questo modo la dematerializzata,mi pare che il segretario regionale Fimmg avesse detto a suo tempo,che il farmacista doveva accettare anche una dematerializzata con esenzione non corretta e farla firmare al paziente,tutto cio' per agevolare lo stesso e soprattutto perche' non spetta a noi verificare e correggere le esenzioni.Mi pare ci fosse anche una normativa regionale ad Hoc.
Scusate il mio discorso prolisso,ma volevo sapere come funziona nelle altre Asl toscane e se esiste veramente una normativa in tal senso.
Grigolini Fabrizio Toscana

fabgrig1
Membro Junior
Membro Junior

Messaggi : 152
Punti : 2746
Voti per importanza dei messaggi : 1
Data d'iscrizione : 21.02.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: esenzioni e ricetta dematerializzata in Toscana

Messaggio  fabgrig1 il Dom 10 Mag 2015 - 11:19

fabgrig1 ha scritto:Mi rivolgo in particolare ai colleghi Toscani.
Da circa un mese faccio la ricetta dematerializzata e tutto sta funzionando bene ,se non fosse per i farmacisti.
Io sono collegato alla regione che mi fornisce e mi aggiorna in automatico le esenzioni del paziente e pur ,avento fatto l'aggionamento per prolungare le esenzioni isee,rilasciato dalla mille,puo'capitare di trovare un'esenzione errata o scaduta o diversa dalla fascia dichiarata dal paziente .Io non mi preoccupo di questo sono cavoli suoi ,ma purtroppo mi viene rispedito indietro dal farmacista ,con il dire di annullare la ricetta dematerializzata e farla rossa ,perche' la dematerializzata non si puo' modificare mentre la rossa puo' essere firmata dal paziente  e quindi accettata dal farmacista.
Ora ,a parte vanificare in questo modo la dematerializzata,mi pare che il segretario regionale Fimmg avesse detto a suo tempo,che il farmacista doveva accettare anche una dematerializzata con esenzione non corretta e farla firmare al paziente,tutto cio' per agevolare lo stesso e soprattutto perche' non spetta a noi verificare e correggere le esenzioni.Mi pare ci fosse anche una normativa regionale ad Hoc.
Scusate il mio discorso prolisso,ma volevo sapere come funziona nelle altre Asl toscane e se esiste veramente una normativa in tal senso.
Grigolini Fabrizio Toscana

Renato se ci sei batti un colpo per favore.

Fabrizio Grigolini Toscana

fabgrig1
Membro Junior
Membro Junior

Messaggi : 152
Punti : 2746
Voti per importanza dei messaggi : 1
Data d'iscrizione : 21.02.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: esenzioni e ricetta dematerializzata in Toscana

Messaggio  drtulino il Dom 10 Mag 2015 - 15:40

fabgrig1 ha scritto:
fabgrig1 ha scritto:Mi rivolgo in particolare ai colleghi Toscani.
Da circa un mese faccio la ricetta dematerializzata e tutto sta funzionando bene ,se non fosse per i farmacisti.
Io sono collegato alla regione che mi fornisce e mi aggiorna in automatico le esenzioni del paziente e pur ,avento fatto l'aggionamento per prolungare le esenzioni isee,rilasciato dalla mille,puo'capitare di trovare un'esenzione errata o scaduta o diversa dalla fascia dichiarata dal paziente .Io non mi preoccupo di questo sono cavoli suoi ,ma purtroppo mi viene rispedito indietro dal farmacista ,con il dire di annullare la ricetta dematerializzata e farla rossa ,perche' la dematerializzata non si puo' modificare mentre la rossa puo' essere firmata dal paziente  e quindi accettata dal farmacista.
Ora ,a parte vanificare in questo modo la dematerializzata,mi pare che il segretario regionale Fimmg avesse detto a suo tempo,che il farmacista doveva accettare anche una dematerializzata con esenzione non corretta e farla firmare al paziente,tutto cio' per agevolare lo stesso e soprattutto perche' non spetta a noi verificare e correggere le esenzioni.Mi pare ci fosse anche una normativa regionale ad Hoc.
Scusate il mio discorso prolisso,ma volevo sapere come funziona nelle altre Asl toscane e se esiste veramente una normativa in tal senso.
Grigolini Fabrizio Toscana

Renato se ci sei batti un colpo per favore.

Fabrizio Grigolini Toscana
Scusa Fabrizio, ma mi era sfuggito questo post. Quanto da te asserito penso si potesse considerare valido nella prima fase della dematerializzata, quando era accettata l'autocertificazione al momento dell'erogazione della prestazione sia diagnostica sia farmaceutica. Infatti questi promemoria con correzione seguivano nella prima fase la stessa strada di rimborso delle ricette "rosse". La DGRT n. 210 del 09/03/2015 (l'ultima che io conosca in merito) non prende più in esame questa opzione ed anzi ...omissis...nel caso in cui il sistema non proponga alcuna informazione, fatte salve le fasce di reddito superiori a 100.000,00 euro (fascia ERD), oppure riporti un dato ritenuto errato, il cittadino è tenuto ad autocertificare la propria fascia di reddito, in mancanza della quale, il sistema attribuirà, ai fini della compartecipazione sanitaria, la fascia massima prevista..  omissis. Come vedi si parla sempre di "sistema" e mai, in tutto il resto della delibera, riviene data l'opportunità di firmare al momento della dispensazione della prestazione la propria posizione reddituale. Qualcuno di noi asserisce che il paziente ha il diritto di autocertificare il proprio reddito in qualsiasi momento, ma questo è un altro discorso che ci porterebbe, se affrontato da soli, ad infinite discussioni, facendoci perdere tanto tempo che normalmente durante l'attività lavorativa non abbiamo. Se però come nel tuo caso pare che vengano accettate le rosse con correzione il farmacista può accettare anche i promemoria delle dematerializzate con correzione facendo seguire la via del rimborso delle rosse. Spero di essere stato chiaro.

_________________
Renato Tulino
MMG Monte Argentario (GR)
Facebook Millewin: http://www.facebook.com/groups/utentimillewin/
Twitter: @RenatoTulino
avatar
drtulino
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 1758
Punti : 4638
Voti per importanza dei messaggi : 91
Data d'iscrizione : 20.02.11
Età : 54
Località : Monte Argentario (GR)

Vedi il profilo dell'utente http://www.facebook.com/groups/utentimillewin/

Tornare in alto Andare in basso

Re: esenzioni e ricetta dematerializzata in Toscana

Messaggio  fabgrig1 il Dom 10 Mag 2015 - 15:44

drtulino ha scritto:
fabgrig1 ha scritto:
fabgrig1 ha scritto:Mi rivolgo in particolare ai colleghi Toscani.
Da circa un mese faccio la ricetta dematerializzata e tutto sta funzionando bene ,se non fosse per i farmacisti.
Io sono collegato alla regione che mi fornisce e mi aggiorna in automatico le esenzioni del paziente e pur ,avento fatto l'aggionamento per prolungare le esenzioni isee,rilasciato dalla mille,puo'capitare di trovare un'esenzione errata o scaduta o diversa dalla fascia dichiarata dal paziente .Io non mi preoccupo di questo sono cavoli suoi ,ma purtroppo mi viene rispedito indietro dal farmacista ,con il dire di annullare la ricetta dematerializzata e farla rossa ,perche' la dematerializzata non si puo' modificare mentre la rossa puo' essere firmata dal paziente  e quindi accettata dal farmacista.
Ora ,a parte vanificare in questo modo la dematerializzata,mi pare che il segretario regionale Fimmg avesse detto a suo tempo,che il farmacista doveva accettare anche una dematerializzata con esenzione non corretta e farla firmare al paziente,tutto cio' per agevolare lo stesso e soprattutto perche' non spetta a noi verificare e correggere le esenzioni.Mi pare ci fosse anche una normativa regionale ad Hoc.
Scusate il mio discorso prolisso,ma volevo sapere come funziona nelle altre Asl toscane e se esiste veramente una normativa in tal senso.
Grigolini Fabrizio Toscana

Renato se ci sei batti un colpo per favore.

Fabrizio Grigolini Toscana
Scusa Fabrizio, ma mi era sfuggito questo post. Quanto da te asserito penso si potesse considerare valido nella prima fase della dematerializzata, quando era accettata l'autocertificazione al momento dell'erogazione della prestazione sia diagnostica sia farmaceutica. Infatti questi promemoria con correzione seguivano nella prima fase la stessa strada di rimborso delle ricette "rosse". La DGRT n. 210 del 09/03/2015 (l'ultima che io conosca in merito) non prende più in esame questa opzione ed anzi ...omissis...nel caso in cui il sistema non proponga alcuna informazione, fatte salve le fasce di reddito superiori a 100.000,00 euro (fascia ERD), oppure riporti un dato ritenuto errato, il cittadino è tenuto ad autocertificare la propria fascia di reddito, in mancanza della quale, il sistema attribuirà, ai fini della compartecipazione sanitaria, la fascia massima prevista..  omissis. Come vedi si parla sempre di "sistema" e mai, in tutto il resto della delibera, riviene data l'opportunità di firmare al momento della dispensazione della prestazione la propria posizione reddituale. Qualcuno di noi asserisce che il paziente ha il diritto di autocertificare il proprio reddito in qualsiasi momento, ma questo è un altro discorso che ci porterebbe, se affrontato da soli, ad infinite discussioni, facendoci perdere tanto tempo che normalmente durante l'attività lavorativa non abbiamo. Se però come nel tuo caso pare che vengano accettate le rosse con correzione il farmacista può accettare anche i promemoria delle dematerializzate con correzione facendo seguire la via del rimborso delle rosse. Spero di essere stato chiaro.
Grazie Renato della risposta, mi e' servita mollto per capire bene come stanno le cose.
Ok allora bene cosi'

Fabrizio Grigolini

fabgrig1
Membro Junior
Membro Junior

Messaggi : 152
Punti : 2746
Voti per importanza dei messaggi : 1
Data d'iscrizione : 21.02.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: esenzioni e ricetta dematerializzata in Toscana

Messaggio  drtulino il Dom 10 Mag 2015 - 15:55

fabgrig1 ha scritto:
drtulino ha scritto:
Scusa Fabrizio, ma mi era sfuggito questo post. Quanto da te asserito penso si potesse considerare valido nella prima fase della dematerializzata, quando era accettata l'autocertificazione al momento dell'erogazione della prestazione sia diagnostica sia farmaceutica. Infatti questi promemoria con correzione seguivano nella prima fase la stessa strada di rimborso delle ricette "rosse". La DGRT n. 210 del 09/03/2015 (l'ultima che io conosca in merito) non prende più in esame questa opzione ed anzi ...omissis...nel caso in cui il sistema non proponga alcuna informazione, fatte salve le fasce di reddito superiori a 100.000,00 euro (fascia ERD), oppure riporti un dato ritenuto errato, il cittadino è tenuto ad autocertificare la propria fascia di reddito, in mancanza della quale, il sistema attribuirà, ai fini della compartecipazione sanitaria, la fascia massima prevista..  omissis. Come vedi si parla sempre di "sistema" e mai, in tutto il resto della delibera, riviene data l'opportunità di firmare al momento della dispensazione della prestazione la propria posizione reddituale. Qualcuno di noi asserisce che il paziente ha il diritto di autocertificare il proprio reddito in qualsiasi momento, ma questo è un altro discorso che ci porterebbe, se affrontato da soli, ad infinite discussioni, facendoci perdere tanto tempo che normalmente durante l'attività lavorativa non abbiamo. Se però come nel tuo caso pare che vengano accettate le rosse con correzione il farmacista può accettare anche i promemoria delle dematerializzate con correzione facendo seguire la via del rimborso delle rosse. Spero di essere stato chiaro.
Grazie Renato della risposta, mi e' servita mollto per capire bene come stanno le cose.
Ok allora bene cosi'

Fabrizio Grigolini
Aggiungo che su mia proposta, la Regione e conseguentemente la Millennium hanno accettato di dare l'opportunità al Medico di configurare il periodo che Millewin deve tenere per effettuare automaticamente l'allineamento delle esenzioni per reddito. Attualmente di dafault Millewin lo effettua a 15 giorni dall'ultima apertura della cartella del paziente. Prossimamente, il Medico potrà decidere autonomamente, soprattutto in periodi di scadenza come questo se far fare a Millewin l'allineamento automatico dell'esenzione per reddito anche ad ogni apertura quotidiana della cartella per poi passare, in periodi più tranquilli a tempi più lunghi.

_________________
Renato Tulino
MMG Monte Argentario (GR)
Facebook Millewin: http://www.facebook.com/groups/utentimillewin/
Twitter: @RenatoTulino
avatar
drtulino
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 1758
Punti : 4638
Voti per importanza dei messaggi : 91
Data d'iscrizione : 20.02.11
Età : 54
Località : Monte Argentario (GR)

Vedi il profilo dell'utente http://www.facebook.com/groups/utentimillewin/

Tornare in alto Andare in basso

Re: esenzioni e ricetta dematerializzata in Toscana

Messaggio  fabgrig1 il Dom 10 Mag 2015 - 18:50

drtulino ha scritto:
fabgrig1 ha scritto:
drtulino ha scritto:
Scusa Fabrizio, ma mi era sfuggito questo post. Quanto da te asserito penso si potesse considerare valido nella prima fase della dematerializzata, quando era accettata l'autocertificazione al momento dell'erogazione della prestazione sia diagnostica sia farmaceutica. Infatti questi promemoria con correzione seguivano nella prima fase la stessa strada di rimborso delle ricette "rosse". La DGRT n. 210 del 09/03/2015 (l'ultima che io conosca in merito) non prende più in esame questa opzione ed anzi ...omissis...nel caso in cui il sistema non proponga alcuna informazione, fatte salve le fasce di reddito superiori a 100.000,00 euro (fascia ERD), oppure riporti un dato ritenuto errato, il cittadino è tenuto ad autocertificare la propria fascia di reddito, in mancanza della quale, il sistema attribuirà, ai fini della compartecipazione sanitaria, la fascia massima prevista..  omissis. Come vedi si parla sempre di "sistema" e mai, in tutto il resto della delibera, riviene data l'opportunità di firmare al momento della dispensazione della prestazione la propria posizione reddituale. Qualcuno di noi asserisce che il paziente ha il diritto di autocertificare il proprio reddito in qualsiasi momento, ma questo è un altro discorso che ci porterebbe, se affrontato da soli, ad infinite discussioni, facendoci perdere tanto tempo che normalmente durante l'attività lavorativa non abbiamo. Se però come nel tuo caso pare che vengano accettate le rosse con correzione il farmacista può accettare anche i promemoria delle dematerializzate con correzione facendo seguire la via del rimborso delle rosse. Spero di essere stato chiaro.
Grazie Renato della risposta, mi e' servita mollto per capire bene come stanno le cose.
Ok allora bene cosi'

Fabrizio Grigolini
Aggiungo che su mia proposta, la Regione e conseguentemente la Millennium hanno accettato di dare l'opportunità al Medico di configurare il periodo che Millewin deve tenere per effettuare automaticamente l'allineamento delle esenzioni per reddito. Attualmente di dafault Millewin lo effettua a 15 giorni dall'ultima apertura della cartella del paziente. Prossimamente, il Medico potrà decidere autonomamente, soprattutto in periodi di scadenza come questo se far fare a Millewin l'allineamento automatico dell'esenzione per reddito anche ad ogni apertura quotidiana della cartella per poi passare, in periodi più tranquilli a tempi più lunghi.
Ottima notizia,mi sembra vada molto bene
Fabrizio

fabgrig1
Membro Junior
Membro Junior

Messaggi : 152
Punti : 2746
Voti per importanza dei messaggi : 1
Data d'iscrizione : 21.02.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: esenzioni e ricetta dematerializzata in Toscana

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum